Di lei non si avevano notizie da mesi. Il corpo di Rossana Bramante, 75enne invalida civile originaria della provincia romana, è stato ritrovato nella serata di domenica dentro un congelatore nella casa dove da alcuni anni abitava a Ronciglione, in provincia di Viterbo, insieme al fratello. La scoperta è avvenuta in seguito a una segnalazione anonima ricevuta dai carabinieri.

Diversi gli elementi della vicenda ancora non chiari: in primo luogo la provenienza della telefonata che ha segnalato la presenza del cadavere nel congelatore. Oggetto d’indagine anche la reale causa del decesso della donna, che si scoprirà con certezza solo dopo l’autopsia disposta dal pm: gli inquirenti non escludono nessuna ipotesi, ritenendo che possa trattarsi di omicidio, o di occultamento di cadavere in seguito a decesso per cause naturali. L’abitazione è stata posta sotto sequestro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Agguato a Taranto, fermati due fratelli accusati della morte di un pregiudicato

next
Articolo Successivo

Tommaso Onofri dieci anni dopo, la mamma: “Il vero ergastolo è il mio. E intanto Alessi potrà uscire dal carcere”

next