Silvia Giralucci è la figlia di Graziano Giralucci, assassinato dalle Brigate Rosse il 17 giugno 1974 a Padova, durante un assalto alla sede del Msi. Giralucci aveva quasi 30 anni ed era un militante Msi. Insieme a lui fu ucciso anche il pensionato Giuseppe Mazzola. Lo scorso gennaio Silvia ha perso anche il marito, il giornalista Claudio Cerroni.

L’altra notte, a Padova, persone senza dignità – ignoti che, probabilmente ed impropriamente, si definiscono “antifascisti” – hanno imbrattato la targa in memoria di Giralucci e Mazzola.

Come non bastasse, Forza Nuova ha colto la palla al balzo per strumentalizzare l’atto vandalico. Questo il commento, a mio parere esemplare, di Silvia:

Ho scritto un pezzo per il Corriere del Veneto un anno e mezzo fa, lo allego qui. Dopo 40 anni mio papà ha diritto di…

Posted by Silvia Giralucci on Friday, 6 November 2015

A parte la solita (e sovente passeggera) indignazione, siamo ancora capaci di commuoverci?

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Vatileaks 2. Benotti lascia lo staff del sottosegretario Gozi e del sindaco Nardella

prev
Articolo Successivo

Omicidio Ancona, la figlia: “Volevamo solo un chiarimento non doveva finire così”

next