Il piccolo ha da poco compiuto 3 mesi e la notizia è che Ruben ha due mamme e due cognomi. Il bimbo è nato a Barcellona e il 30 settembre 2015 l’Ufficio Anagrafe del Comune di Napoli ha registrato l’atto di nascita del bambino divenuto a tutti gli effetti un cittadino italiano. Poco importa che sul documento, per una questione di “moduli”, c’è scritto che ha un padre (Marta Loi) e una madre (Daniela Conte), questo perché i moduli italiani non prevedono la formula neutra di ‘genitore’. “La cosa importante – spiega Marta – è che io sia riconosciuta come genitore di Ruben”. Il bimbo ha vissuto da apolide i primi mesi di vita ma adesso può ricevere l’assistenza sanitaria e può muoversi liberamente. “E’ stato molto bello vedere che nello stesso giorno in cui Angelino Alfano diceva “no” alle adozioni, la nostra storia è diventata di dominio pubblico – spiega Daniela – ma il ministro deve capire che al di là del pensiero cattolico e della morale, l’importante è tutelare i bambini. In Spagna erano tutto increduli del fatto che l’Italia fosse così indietro in tema di diritti gaydi Fabio Capasso

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Unioni Civili, Giovanardi: “Stop fiducia a governo. Che la voti il Movimento 5 Stelle”

next
Articolo Successivo

Musei, ecco i migliori dedicati ai disabili: da Milano a Roma la cultura è accessibile a tutti (FOTO)

next