E’ stato accoltellato mentre stava cercando di sedare una rissa ed è morto poco dopo in ospedale. Ora per l’omicidio di Biagio Zanni, commercialista di 34 anni, avvenuto a Trani il 20 settembre c’è un arresto. Si tratta di un 19enne accusato di rissa aggravata e concorso in omicidio con due minorenni di 17 e 15 anni. 

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, quella sera è scoppiata una lite – forse per uno sgambetto – tra un amico di Zanni e i tre ragazzi fuori da un bar pizzeria nella zona del porto. I quattro sono passati subito alle mani e Zanni è uscito dal locale per cercare di fare da paciere. E’ a quel punto che viene accoltellato. Ha avuto la forza di allontanarsi per arrivare alla vicina caserma della Guardia di Finanza e chiedere aiuto, ma secondo gli investigatori è stato inseguito dai tre che – questa l’ipotesi – lo hanno finito con un coltello a scatto, non ancora ritrovato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sardegna, torna l’incubo alluvione. E la sensazione di impotenza

next
Articolo Successivo

Maltempo in Sardegna, a Olbia esonda Siligheddu: case evacuate e strade chiuse

next