Come ormai da tradizione, la Vogue Fashion Night apre a Milano la Settimana della moda, in programma dal 23 al 28 settembre.

La notte del 22 settembre, quindi, fino alle 23 apertura straordinaria dei negozi delle vie del centro storico, del quadrilatero della moda, del quartiere di Brera-Corso Como, di corso Vittorio Emanuele, corso Venezia, corso Genova e del polo di Porta Nuova con Piazza Gae Aulenti.

L’evento, giunto alla sesta edizione e organizzato Vogue Italia e dal Comune di Milano, prevede un fitto calendario di appuntamenti, live performances e cocktail esclusivi con celebrities e dj set. Inoltre, quest’anno è in programma anche una sfilata di abiti d’epoca in Via Fiori Chiari e un “percorso di stile” ispirato alla Belle Époque in Corso Venezia.

Alcune delle iniziative speciali nel programma della Vogue Fashion Night 2015 Milano:

  • A Palazzo Morando cocktail d’inaugurazione by Martini, partner ufficiale della VFNO
  • Alla Terrazza Martini by Pininfarina al Padiglione Italia-Expo, mostra fotografica di 4 giovani fotografi italiani del canale PhotoVogue che hanno interpretato 4 drinks
  • Nel Salone Centrale della Banca Popolare di Milano, in Piazza Meda, esposizione delle creazioni di cinque stiliste emergenti promosse dallo scouting di Vogue Talents
  • Presso il nuovo Samsung District di Porta Nuova, set fotografici allestiti per il fashion shooting by PhotoVogue
  • In Piazza Gae Aulenti, presso l’installazione artistica “Panorama”, proiezione dei panorami più belli d’Italia con un contributo alla creatività by Vogue Italia
  • In Piazza del Carmine, a Brera, musica a cura di Discoradio
  •  

    Il programma e l’elenco completo dei punti vendita aperti disponibili qui.

    close

    Prima di continuare

    Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

    Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

    Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

    Grazie,
    Peter Gomez

    Articolo Precedente

    Pecore torturate e evirate: Stella McCartney taglia la fornitura di lana da una fattoria

    prev
    Articolo Successivo

    Gisele Bundchen, la modella da 400 milioni di dollari presenta il suo libro fotografico: in copertina, il nudo di Irving Penn (FOTO)

    next