Circa 50 dispersi, altrettanti salvati. Un nuovo naufragio è avvenuto al largo della Libia. A recuperare i sopravvissuti gli uomini della Marina militare italiana. Proprio i 52 superstiti, trovati su un gommone semiaffondato, hanno raccontato che sull’imbarcazione c’erano almeno un centinaio di persone. Al momento, tuttavia, le ricerche hanno dato esito negativo. Secondo la prima ricostruzione il naufragio è avvenuto ad una quarantina di miglia dalla Libia. Il gommone in difficoltà, in parte già sgonfio, è stato avvistato dall’elicottero di nave Mimbelli, che ha immediatamente lanciato le zattere di salvataggio e ha comunicato la situazione di emergenza.

A quel punto è partita la nave Fenice, che in precedenza aveva già effettuato un intervento di soccorso recuperando circa 120 migranti. Una volta raggiunto il gommone, gli uomini della Marina hanno trovato 52 migranti, che sono stati tutti recuperati. Sia gli occupanti del gommone sia altri migranti soccorsi in mattinata – nessuno in gravi condizioni di salute – sono stati trasferiti su una motovedetta della Guardia Costiera che sta facendo rotta per Lampedusa dove arriverà in nottata.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giubileo, restyling città paralizzato da Mafia capitale?

next
Articolo Successivo

Salento, direttore Asl di Lecce contro lo sballo: ‘Chi beve non è figo, è un coglione’

next