In risposta all’approvazione del ddl Buona Scuola alla Camera, l’Unione degli Studenti annuncia “una nuova ondata di mobilitazioni nei prossimi mesi” e l’intenzione di “sabotare la riforma“. In un video pubblicato su youtube, l’UDS manda un messaggio al presidente del Consiglio Matteo Renzi. “La nostra democrazia è tenuta in ostaggio e l’approvazione del ddl è l’emblema dell’autoritarismo del Governo. Dopo mesi di cortei, occupazioni, proposte alternative e scioperi è assurdo che non si sia fatto un passo indietro: da settembre renderemo le scuole ingovernabili”, dichiara il coordinatore nazionale Danilo Lampis, che rilancia: “Renzi non ha compreso l’entità della resistenza che metteremo in campo. Il movimento della scuola ha già dimostrato di essere maggioritario nel Paese e non si fermerà”. Ma le accuse non si fermano qui. “Le scuole dovranno diventare “imprenditrici” per autopromuoversi recependo fondi dal territorio e saranno palestre di clientelismi, autocrazia e assenza di diritti per studenti e lavoratori. Il risultato è solo quello di inasprire le disuguaglianze già oggi ben visibili e nel mentre continuare ad aiutare e scuole private”, continua Lampis. “Noi abbiamo fatto tantissime proposte ma non ci hanno ascoltato. Vogliamo un’Altra Scuola, giusta, che riparta da sette priorità radicalmente alternative a quelle governative per creare una scuola gratuita, di qualità, formativa, in grado di cambiare il modello di lavoro e di sviluppo”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scuola, protesta della Lega in Aula: “Giù le mani dai bambini”. Fedriga espulso

next
Articolo Successivo

Scuola, proteste in aula. M5S: “Assassini della Costituzione”. La piazza: “Vigliacchi”

next