Vi mancano gli anni Ottanta? Vi piace la musica ultranazionalpopolare di quel periodo? Niente panico, a Milano sta per debuttare uno spettacolo che fa decisamente al caso vostro. Si tratta di Sarà perché ti amo, musical originale scritto e diretto da Alfonso Lambo che usa come colonna sonora i più grandi successi nientemeno che dei Ricchi & Poveri. Il debutto è previsto per il 6 marzo al Teatro Nazionale, con sei giorni di repliche fino al 15 marzo.
In Sarà perché ti amo c’è tutta l’essenza italiana: moda, musica e cucina, per un mix sapientemente creato per divertire ed emozionare gli spettatori.

L’amore, ovviamente, è al centro delle vicende narrate, ambientate a Milano, con quattro storie molto diverse tra loro che si intrecciano tra ironia e imprevisti, nel più classico stile del musical anglosassone. Il cast è formato da undici giovani ma già affermati protagonisti della scena musical italiana (Andrea Verzicco, Altea Russo, Paola Ciccarelli, Giada D’Auria, Tiziana Lambo, Lucia Blanco, Giorgio Camandona, Marta Belloni, Andrea Rossi, Fabrizio Corucci e il debuttante Bruno De Bortoli), che canteranno e balleranno sulle coreografie di Andrea Verzicco (presente anche nel ruolo di attore). Inutile negare che il tratto caratteristico più interessante del musical è la presenza dei successi dei Ricchi & Poveri, alfieri, con Al Bano & Romina, Toto Cutugno, Pupo e pochi altri, del boom della musica italiana ultrapop degli anni Ottanta, che dalle nostre parti abbiamo frettolosamente accantonato ma in giro per il mondo è ancora gettonatissima.

Da Che sarà a Se m’innamoro, passando per La prima cosa bella, Canzone d’amore, Come vorrei e Mamma Maria, ce n’è davvero per tutti i gusti e lo spettatore potrà godersi un viaggio a ritroso alla riscoperta di un repertorio musicale sicuramente molto leggero ma che ha lasciato comunque una traccia importante nella storia della canzone italiana. “Sarà perché ti amo” è fortemente consigliato a un pubblico scanzonato, che ha voglia di trascorrere una serata di pura evasione, che ogni tanto non fa male. Anche perché, nonostante ci sforziamo ogni giorno ad apparire cool, al passo con le mode e dai gusti ricercati, Sarà perché ti amo la conosciamo davvero tutti, e non vediamo l’ora di cantarla a squarciagola in un teatro gremito.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

‘Empire’ e lo stato della discografia italiana

next
Articolo Successivo

‘Acqua Azzurra Totò Riina’: l’album ‘più brutale’ dei Luminal

next