“Abbiamo subito un attacco mediatico ingiustificato”, l’assessore regionale alla Cultura Cristina Cappellini se la prende con la stampa, colpevole di aver “mistificato” l’iniziativa organizzata da Regione Lombardia sulla tutela della famiglia naturale. A darle man forte i capigruppo di maggioranza, a partire da quello leghista, Massimiliano Romeo, che ironicamente ringrazia i media per la copertura garantita all’evento e poi affonda: “Ogni occasione è buona per tirare in ballo i gay. Qui i gay non c’entrano nulla, si parla di famiglia naturale e della difesa dei valori della tradizione” e poi puntualizza: “I gay sono anticonformisti per natura, non vogliono il matrimonio”. Alla presentazione c’erano anche i rappresentanti delle associazioni, su tutte Obiettivo Chaire. Il presidente Jennifer Basso Ricci ha spiegato che le finalità dell’associazione non sono da ritenersi omofobe, ma quando ilfatto.it prova a parlarle per chiederle conto delle frasi pubblicate sul sito lei si nega  di Alessandro Madron

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Charlie Hebdo, Salvini: “Il Papa sbaglia a dialogare con Islam: siamo in guerra”

prev
Articolo Successivo

M5s, capogruppo espelle Vacciano e Simeoni. Ma il gruppo votò contro

next