All’uscita dall’incontro dopo due ore al Ministero dello Sviluppo Economico a Roma, l’Ad di Acciaierie Speciali Terni, Lucia Morselli fa scena muta davanti alle domande dei cronisti e s’infila in auto. Il manager non conferma né smentisce l’ipotesi di mobilità, anticamera del licenziamento per 290 o 536 lavoratori. Il sottosegretario al lavoro, Teresa Bellanova, si dice “moderatamente ottimista” sugli esiti dell’incontro e rimanda alle comunicazioni che il ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, effettuerà oggi alle 16.15 alla Camera dei Deputati, proprio su questa delicata trattativa. Il sottosegretario si scalda quando facciamo notare che il governo incontra la proprietà, mentre i lavoratori vengono ricevuti dall’ambasciatore tedesco a Roma: “Noi abbiamo fatto le notti in una trattativa difficile con i rappresentanti degli operai, siccome in Italia esiste questa bella strumentazione che sono i soggetti intermedi, di rappresentanza sociale, noi abbiamo discusso con le organizzazioni sindacali e quindi con gli operai che loro rappresentano. Questo governo ha a cuore la sorte degli operai. Ma Renzi attacca i sindacati ogni giorno “ma no, ma no, vedrà” risponde Bellanova a cui in conclusione consigliamo di vedere le dichiarazioni dell’Europarlamentare Pd, Pina Picierno sulla Cgil. Intanto fuori gli scontri tra operai Ast e Polizia, il bilancio è di tre feriti  di Manolo Lanaro

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Ast Terni, scontri a Roma tra agenti e manifestanti: tre feriti

prev
Articolo Successivo

Ast Terni, a Roma scontri tra operai e agenti davanti l’ambasciata di Germania

next