Picchiavano gli anziani e i malati psichiatrici che vivevano in una residenza sociale assistenziale della provincia di Iserni. I Carabinieri dei NAS hanno eseguito 13 arresti per maltrattamenti, sequestro di persona, lesioni, percosse e abbandono di persone incapaci. Coinvolto un medico, il responsabile della struttura, infermieri e operatori socio-sanitari. Arrestato anche il sindaco della cittadina in provincia di Isernia, Montaquila, che è il titolare della struttura. Tutto è partito dalla segnalazione dei familiari di un paziente che aveva diversi segni di percosse sul corpo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sardegna, rogo in base militare di Teulada. Deputato: “Regione incapace e cialtrona”

next
Articolo Successivo

Stephen Collins, il parroco della serie tv Settimo Cielo confessa pedofilia (audio)

next