Quinto giorno di bombardamenti israeliani in risposta ai razzi di Hamas dalla Striscia di Gaza verso le città ebraiche. Lo conta dei morti è in continuo aggiornamento. Centoventisette: dice l’ultimo. L’operazione militare israeliana Protective edge prosegue, dunque, e non risparmia al mondo scene orrivbili. Come quella di questa mattina, sabato 12 luglio. Un missile ha centrato l’orfanotrofio a Beit Lahiya (nord di Gaza), provocando la morte di tre bambine disabili. A poca distanza, nel campo profughi di Jabalyia, roccaforte di Hamas, un missile ha fatto 15 feriti. Un secondo ordigno era stato lanciato sullo stesso edificio, ma non è esploso  di Cosimo Caridi

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Gaza, ospedale di Al-Shifa: “La maggioranza dei morti e dei feriti sono donne e bambini”

prev
Articolo Successivo

Gaza, oltre 160 morti in raid. Israele ordina sgombero: “Ci saranno combattimenti”

next