Meno di un minuto in campo e poi decisivo ai calci di rigore con due penalty parati alla Costa Rica. E’ la favola di Tim Krul, il portiere dell’Olanda inserito dal ct Van Gaal al 119′ proprio per i tiri dal dischetto che poi hanno qualificato gli Oranje alla semifinale Mondiale contro l’Argentina grazie a due sue parate su Ruiz e Umana, quella decisiva. “Van Gaal mi ha detto ‘Credi in te” e io sono contento di aver ripagato la fiducia”, ha detto Krul.

Il portiere del Newcastle ha poi aggiunto: “Stasera ho realizzato un sogno, quella appena vissuta è stata un’emozione incredibile. Ai calci di rigore un portiere ha tutto da perdere, ma Van Gaal mi aveva avvisato. Era una cosa preparata e sapevo che ci sarebbe stata questa possibilità. Ora titolare con l’Argentina? Sarebbe bello, non so”.

Il ct dell’Olanda ha operato una mossa geniale anche se, come ha ammesso nel post partita, era tutto pianificato: “Avevo preannunciato a Krul che c’era questa possibilità. A Cillessen, invece, non avevo detto niente. Non volevo rovinare la sua preparazione”. Infine una battuta di Robin Van Persie, capitano degli Oranje: “La Costa Rica è una buona squadra, sapevamo cosa aspettarci. Certo, avremmo potuto chiudere la gara prima, siamo stati sfortunati, ma l’importante è esserci qualificati per la semifinale. E’ stata una gara emozionante e difficile, ora ci attende una gara molto bella contro l’Argentina”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Olanda-Costa Rica, per Van Gaal dubbio Van Persie

next
Articolo Successivo

Brasile 2014, Navas (Costa Rica): “Dobbiamo essere orgogliosi”

next