L’Aula della Camera è impegnata nell’esame dei circa 120 ordini del giorno al decreto Carceri. Tra i primi ad essere messi in votazione quelli presentati dai deputati della Lega Nord, che a turno intervengono in dichiarazioni di voto praticando l’ostruzionismo. Stessa cosa – riferiscono fonti parlamentari – faranno i deputati M5s che hanno depositato 98 odg. E, quando inizia a parlare il deputato del Carroccio, Gianluca Buonanno, scoppia la bagarre. Dopo le manette mostrate durante il voto di fiducia, il leghista mostra un cartello contro i deputati Pd, definiti “complici dei mafiosi“. Dopo averlo richiamato per due volte, il presidente di turno dell’assemblea Luigi Di Maio (M5S) lo ha espulso dall’aula  di Manolo Lanaro

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, blog Grillo condanna il rogo del testo di Augias: “Il Movimento ama i libri”

next
Articolo Successivo

Strasburgo, Giorgio Napolitano: “Monti e Letta non sono stati miei capricci”

next