Un secondo al giorno per un anno intero. Il risultato? Un video che in 365 secondi riassume dodici mesi di vita da immigrato nella capitale inglese. “Volevo fare della mia vita un capolavoro. Ne è venuto fuori uno sciatto filmato di 5 minuti”, dice l’autore Alessandro Mariscalco sulle colonne del suo blog su Fanpage che lascia volentieri le analisi sull’emigrazione “ai fanatici dei cervelli in fuga”. Per lui emigrare vuole dire “cibi precotti riscaldati al microonde, fagioli Heinz mangiati direttamente in lattina, concerti e mostre, solitudine e sconforto. E lavori frustranti”. Ma Alessandro non demorde: “Continuo a provarci, e a provarci. E ancora a provarci”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Gli italiani emigrano in Australia più degli anni ’50”: oltre 32mila dal 2010

next
Articolo Successivo

Italiani all’estero, ecco come passano realmente il loro tempo

next