Dieci ore di ritardo (per ora), sei macchine della polizia, carabinieri e passeggeri lasciati a terra. E’ l’imprevisto regalo di natale di Livingstonair ai passeggeri del volo diretto a Mombasa (Kenya). Partenza prevista alle 22.10 di ieri, con scalo a Roma. Ma qualcosa non va nella pressurizzazione della cabina e il volo non parte fino al mattino di oggi. La compagnia porge le sue scuse e stamattina i passeggeri possono decollare con un nuovo velivolo.

Solo che il nuovo aereo non ha abbastanza posti. Se ne accorgono i passeggeri che devono imbarcarsi a Roma quando scoprono che il sedile assegnato è già occupato. Come fare? Per sedare il caos e permettere la partenza dell’aeromobile è necessario l’intervento della polizia, chiamata a far scendere i “sovrannumerari”. In tutto sei macchine. Gli agenti salgono e cercano di convincere i riottosi. Qualcuno – raccontano dall’aereo – si chiude persino in bagno pur di evitare ‘l’espulsione’, anche se l’ufficio stampa dell’azienda minimizza e parla di un solo passeggero che avrebbe perso le staffe. In ogni caso non va meglio a Mombasa dove altri passeggeri stanno aspettando di imbarcarsi per tornare.

Diventa sostenitore,
fai parte della redazione.
Abbiamo bisogno di te.

I nostri Sostenitori partecipano alle riunioni di redazione in diretta streaming, suggeriscono spunti e notizie, navigano il sito senza pubblicità, consultano gratuitamente l’archivio del giornale. Potranno inoltre accedere al numero di aprile di Fq Millennium e a Loft, la nostra piattaforma Tv, per 3 mesi. Hanno un blog dedicato per pubblicare le loro analisi. Insomma sono fondamentali per la nostra comunità. E in questo periodo di crisi lo sono anche per coprire economicamente parte del lavoro della nostra redazione. Diventa anche tu Sostenitore. Clicca qui Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Comuni, da Padova al resto d’Italia: il popolo dei doppiolavoristi. ‘Incontrollabile’

next
Articolo Successivo

Fascismo, settant’anni fa morivano i sette fratelli Cervi

next