Danilo Calvani, leader dei Forconi, parla di mancanza di cultura in Italia: rispettare il Paese ed aiutare le famiglie mandando a casa questa classe politica composta, secondo lui, da mafiosi e criminali. E aggiunge: “Il politico ideale deve avere solidarietà, etica e cultura, rispetto per la legalità totale e non come i “mafiosi” ora al potere”. Delrio non cista e ribatte: “In Parlamento non siedono solo mafiosi, ci sono persone oneste”. Il pubblico in studio insorge. Ma Delrio rincara “Se siamo tutti mafiosi, nessuno più è mafioso”. Sgarbi replica: “Questo parlamento è stato nominato. Sono raccomandati, imposti da una gerarchia che impone i suoi picciotti. Andate a casa, che ci state a fare? Non voglio fare antipolitica, ma dovete andare a casa. Letta e Napolitano hanno nominato Cancellieri alla giustizia, la pura puzza”. Anche Stella analizza la composizione parlamentare: “Anche se ci sono tante persone per bene all’interno, ti danno un senso di impotenza disarmante”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, la protesta divisa di Nichelino

next
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, Delrio: “Bisogna snellire le province”

next