“Il Movimento 5 Stelle ha presentato una mozione per riconoscere un aumento di 518 euro annui a 2 milioni di pensioni minime“.  E’ quanto annuncia il vicepresidente della comissione bilancio della Camera, Giorgio Sorial, al termine della conferenza stampa di  presentazione della cosiddetta “Operazione facce di bronzo“. Nella mozione si leggono i dettagli della proposta: un’applicazione di aliquote differenziate progressive, che partono dallo 0,1% per pensioni  che valgono da 1 a 6 volte il minimo (circa 490 euro), ed arrivano al 32% di tassazione sulle pensioni che superano di 50 la pensione minima (circa 25mila euro al mese). Sorial aggiunge: “Con questa misura M5S mira a redistribuire la ricchezza di chi percepisce anche 40-50mila euro al mese di  pensione, come Giuliano Amato e Lamberto Dini, che con 10mila euro di meno al mese vivrebbero bene ugualmente”  di Manolo Lanaro

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cancellieri, Civati: “Pd decida su mozione sfiducia. Anche Renzi vuole dimissioni”

next
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, le vignette di Vauro: dal Papa alla Cancellieri

next