Il Movimento 5 Stelle è “la rivoluzione francese, senza ghigliottina” e”l’Italia è di fatto già fuori dall’euro”. Beppe Grillo, intervistato dal quotidiano economico tedesco Handelsblatt, spiega di volere “un voto sul futuro dell’Italia nella zona euro. E propone un referendum online”. Poi aggiunge di non credere nella permanenza del nostro Paese nella zona euro, si legge, perché “di fatto l’Italia è già fuori dell’euro”. Inoltre ritiene che anche gli stati nordeuropei terrebbero l’Italia solo per il tempo necessario “per recuperare gli investimenti delle loro banche in titoli di stato italiani. Poi ci lasceranno cadere come una patata bollente”.

Nell’intervista Grillo accenna ad una decisione popolare sulla moneta unica perché esclude di decidere “da solo” e quindi “farebbe un referendum online”. Così come per il Trattato di Lisbona. Grillo spiega però di non considerarsi un anti-europeo. “L’Europa non deve avere paura”, afferma, ma chiarisce di volere una chiara inversione e “più democrazia”. All’Europa serve un “piano B” e ci dobbiamo chiedere: “Che fine ha fatto l’Europa? Perché non abbiamo una comune politica dell’informazione, fiscale, dell’immigrazione. Perché solo la Germania si è arricchita?”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Napolitano, Berlusconi soddisfatto: elezioni a giugno o governo istituzionale?

prev
Articolo Successivo

Manifestazione Pdl, Vietti: ‘Rispettare le toghe’. Severino: ‘No ostilità tra poteri’

next