Troppi scandali? Via il ministero. E’ la decisione presa in Cina dal Consiglio di Stato che ha deciso di eliminare il ministero delle Ferrovie, travolto da una serie di scandali. La misura arriva nell’ambito di una serie di iniziative per ridurre le spese del prossimo governo: cancellato anche il ministero della Salute, per cui il numero dei ministeri si ridurrà da 27 a 25, e una serie di dipartimenti e agenzie saranno ristrutturate. La decisione è stata approvata dalla sessione plenaria annuale dell’Assemblea Nazionale Popolare, in corso fino a domenica prossima, a Pechino, da cui uscirà il volto della prossima leadership del regime. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ahmadinejad, Chávez e il dodicesimo Imam

next
Articolo Successivo

Stoccarda, incendio uccide 8 persone, 7 sono bambini

next