Le anticipazioni del numero del 16 gennaio con il caporedattore del Fatto, Edoardo Novella. Tra i temi: Troppi gl i impresentabili alle elezioni per il Pd.  Il Partito democratico in Sicilia ha in lista infatti cinque candidati “discussi”, non solo Crisafulli, ma anche il potente ràs agrigentino Capodicasa. E domani si riunisce il Comitato etico del partito. Bersani che farà?
La nuova strategia di comunicazione di Silvio Berlusconi: gigioneggiare con tutti, dal cartello in testa ad un giornalista dell’Espresso, al saluto col verso delle manette ad Antonio Ingroia in uno studio tv de La7, fino alle foto con pagnotta in mano nel negozio di un fornaio. Tutto per far ridere e recuperare voti. Poi ci occuperemo delle motivazioni della sentenza della Consulta che sulle telefonate intercettate tra Mancino e il Colle, ha dato ordine che “vadano distrutte”. “Il Presidente della Repubblica deve poter contare sulla riservatezza assoluta delle proprie comunicazioni, non in rapporto – scrivono i giudici – ad una specifica funzione, ma per l’efficace esercizio di tutte”. Un cittadino troppo diverso dagli altri insomma. L’analisi e il commento degli esperti.
E ancora: il caso Fiat con la cassa integrazione straordinaria per due anni per gli per gli operai dello stabilimento di Melfi.
Ci vediamo ‘In edicola’…ogni sera le anticipazioni su ilfattoquotidiano.it (riprese e montaggio Paolo Dimalio, Samuele Orini, elaborazione grafica Pierpaolo Balani). Tutte le offerte di abbonamento al Fatto Quotidiano

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Elezioni 2013, i vertici Rai: “Modifiche alla par condicio per i confronti tv tra leader”

prev
Articolo Successivo

In edicola sul Fatto Quotidiano del 17 gennaio: “La Polverini fa beneficenza”

next