Stralciata la posizione del boss mafioso Bernardo Provenzano dal procedimento per la trattativa Stato-mafia. Il capomafia di Corleone verrà giudicato separatamente. La decisione del gup di Palermo Piergiorgio Morosini è motivata con l’incapacità di Provenzano di seguire il processo, viste le “ridotte rispondenze all’ambiente e la scarsa capacità di esprimersi”, attestate dai periti che sono stati ascoltati questa mattina nel corso dell’udienza preliminare. Presente in aula anche l’ex ministro dell’Interno Nicola Mancino che risponde di false dichiarazioni.

Per il solo Provenzano, il gup ha rinviato l’udienza al prossimo 23 gennaio. In quella data, il giudice rivaluterà le condizioni di salute del boss.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Napoli, 8 arresti per il trasferimento del Cen. Domiciliari per l’ex questore Fiorolli

next
Articolo Successivo

Ingroia e le intercettazioni abusive

next