Oltre un migliaio di persone e centinaia di fiaccole sulla spiaggia di San Terenzo a Lerici, proprio davanti alla chiesa, per protestare contro il volantino con cui don Piero Corsi, il parroco, “giustificava” il femminicidio. Poi si sono registrati momenti di tensione quando un gruppo di manifestanti sono arrivati sul sagrato della Madonna dell’Arena per deporre lumini e fiori. Alcuni di lor sono entrati in contrasto con i fedeli che assistevano a una funzione religiosa. Da qui urla, insulti e qualche spintone

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giannino sbotta a Radio24: “B. è ovunque a dire idiozie e invece cacciano me?”

next
Articolo Successivo

Pistoia, parroco trovato morto in canonica. “Vittima di una rapina”

next