Si assentava per ore dal posto di lavoro per svolgere altre attività, persino andare a giocare a tennis in un centro sportivo. La Guardia di finanza di Bergamo ha scoperto e smascherato un dirigente medico assenteista di una struttura pubblica. Grazie ad appostamenti, pedinamenti e riprese, i finanzieri hanno documentato le attività sportive dell’uomo, che per giustificare l’allontamento dal posto di lavoro anzichè timbrare con il badge elettronico certificava la presenza in ospedale scrivendo a mano. I reati contestati al dirigente sono falso, truffa aggravata ai danni di un ente pubblico e false attestazioni o certificazioni. La vicenda è stata segnalata per danno erariale alla Procura Regionale presso la Sezione Giurisdizionale per la Lombardia della Corte dei Conti, e alla dirigenza sanitaria della struttura pubblica dove il medico lavora

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mafia, Ingroia: “Rifarei tutto così come l’ho fatto”

next
Articolo Successivo

Berlusconi in Kenya da Flavio Briatore. Il Tg locale: “Evasore fiscale”

next