I responsabili dell’Unione europea preparano l’ennesimo summit di Bruxelles tra l’autocelebrazione per la loro rinnovata abilità di combattere la crisi del debito e la vittoria del premio Nobel per la pace. L’unione bancaria potrebbe non essere operativa fino al 2014, secondo il Presidente della Banca centrale europea Mario Draghi. La legge di stabilità approvata dal Consiglio dei Ministri si rivela una questione complicata che finisce per premiare le fasce più agiate.

Ospite in collegamento: Stefano Cordero di Montezemolo – Direttore scientifico della European School of Economics da Milano: “La Tobin tax dimostra la volontà di concentramento sui grandi poteri istituzionali mentre abbiamo bisogno anche di una democrazia finanziaria e di moltiplicare gli operatori sul mercato dei capitali, senza una convergenza di tutte le piazze si ottiene l’effetto di indirizzare i flussi di denaro verso chi non introduce simili tassazioni”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Grecia, dalla Bce idea di buy back del debito per uscire dalla crisi

prev
Articolo Successivo

Grecia, la troika interrompe i negoziati con il Governo

next