E’ stato firmato oggi in Prefettura a Milano il protocollo di legalità per Expo 2015. “Sono molto felice che questo protocollo parta da Milano – sottolinea il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri – perché da qui sono partite le grandi rivoluzioni che hanno cambiato il Paese”. Il protocollo prevede alcuni interventi normativi, tra cui un tetto massimo fissato al 30% per l’assegnazione delle quote in subappalto e una responsabilizzazione a cascata delle aziende coinvolte, “pena l’esclusione dalle gare d’appalto” – dichiara Giuseppe Sala, Direttore Generale di Expo 2015. E’ stata inoltre realizzata una piattaforma informatica per lo scambio di dati delle aziende coinvolte, per agevolare le procedure burocratiche da una lato e poterne controllare le attività dall’altro. di Giovannij Lucci

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Whitney, il suo pubblico l’ha amata sempre

prev
Articolo Successivo

Bpm, Ponzellini indagato per truffa ai danni dei clienti per il caso dei bond Convertendo

next