Anziché farsi le paranoie sul profetizzato (sic) terremoto a Roma, non sarebbe meglio pensare e ripensare al sisma che ci ha colpito davvero?

Domanda retorica, a differenza de L’Aquila e di quel disgraziato 6 aprile di due anni fa. Ma c’è chi ha aiutato la ricostruzione, umana prima che strutturale, con la videocamera: non le tv generaliste, ma fromzero.tv. Che nel post terremoto ha raccontato la vita quotidiana di dodici aquilani della tendopoli di Centicolella: brevi documentari realizzati per la Rete, che hanno dato vita alla prima serie web italiana.

Ma non finisce qui: i produttori Move e Pulsemedia ora hanno raccolto i 25 migliori episodi in un Dvd, un piccolo diario di un lungo periodo che sotto la tenda ha trovato un’intera popolazione.
Di ogni copia venduta, acquistabile sul sito www.fromzero.tv, saranno destinati 3€ al supporto del Bibliobus, un piccolo autobus adibito a biblioteca che ha distribuito nelle tendopoli i libri donati ai terremotati e che oggi continua a offrire un servizio itinerante nei nuovi insediamenti cittadini, garantendo socializzazione e crescita collettiva.
Un’ultima domanda retorica: vogliamo dargli una mano?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caso Pisapia, prima l’accusa poi l’assoluzione
Ecco cosa c’è nelle carte citate dalla Moratti

next
Articolo Successivo

Camorra, arrestati sindaco e assessore
“Appoggio dei clan e voti pagati 100 euro”

next