Ho fatto un sogno. Berlusconi era morto, non ricordo se di morte naturale.

Nel paese un terzo festeggiava, un terzo piangeva, un terzo se ne fregava come al solito. Il nuovo Governo era alle porte. La Lega e Tremonti si presentavano uniti all’Udc e ai partiti di centro. Fini era in corsa per la Presidenza della Repubblica. A sinistra trionfava Vendola, al 30%, che non bastava però a formare un nuovo governo. Oppure no, trionfava Chiamparino, e andava al governo con l’Udc e pezzi del vecchio Pdl moderato. Fini era sempre in corsa per la presidenza della Repubblica. Grillo si era ritirato in un paese civile, la Svizzera. Ho fatto un sogno, poi mi sono svegliato, ho visto la faccia di Berlusconi e mi sono tranquillizzato. Per ora si può continuare a combattere e sperare che dopo di lui, semplicemente senza di lui, le cose miglioreranno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Cucina di Montecarlo
il Giornale pubblica le foto

next
Articolo Successivo

Grillo, la ragione e i paradossi

next