Il ministero degli Esteri malese ha espulso Kang Chol, l’ambasciatore nordcoreano a Kuala Lumpur nell’ambito della vicenda dell’omicidio di Kim Jong-nam, il 45enne fratellastro del leader Kim Jong-un, ucciso il 13 febbraio con una potente dose di gas nervino (agente Vx) all’aeroporto internazionale della capitale. La Malesia dichiarato l’uomo “persona non grata”, ordinandogli di lasciare il Paese in 48 ore.