La polizia turca ha identificato l’attentatore della strage di capodanno alla discoteca Reina, a Istanbul, dove sono morte 39 persone e 69 sono rimaste ferite. Si tratta di un cittadino uzbeko, Abdulkadir Masharipov. L’uomo, secondo quanto ricostruisce il sito turco Hurriyet, sarebbe arrivato a Istanbul dalla provincia di Konya il 15 dicembre.

Il quotidiano aggiunge che una cellula dell’Isis a Konya di uzbeki continua a fornire appoggio a Masharipov, che è in fuga e il cui nome in codice è Abu Muhammed Horasan. E nell’ambito della lotta al terrorismo, che ha colpito nuovamente la Turchia un paio di giorni fa, con un autobomba a Smirne che ha provocato 2 morti, il governo di Ankara ieri, sabato 7 gennaio, ha varato un provvedimento che permetterà di revocare la cittadinanza a quei cittadini turchi residenti all’estero accusati di crimini contro lo stato.

Mentre oggi il primo ministro turco, Binali Yıldırım, si trova a Erbil, per incontrare il presidente del Kurdistan iracheno, Masoud Barzani, dopo aver visitato ieri Baghdad, incontrando il suo omologo iracheno, Haidar al Abadi, nell’ambito dei colloqui per risolvere la crisi fra i due paesi, dovuta alla presenza di truppe turche nella base di Bashiqa, vicino a Mosul.