Una serie di esplosioni ha distrutto un mercato di fuochi d’artificio vicino alla capitale messicana, uccidendo 36 persone. Almeno altre 70 sono rimaste ferite. È la terza volta in dieci anni che nel mercato di San Pablito, a circa 20 chilometri dalla capitale, si verificano esplosioni. Alcuni bambini hanno riportato ustioni su oltre il 90% del corpo e sono stati trasferiti nelle cliniche della città texana di Galveston, ha dichiarato il governatore dello Stato del Messico, nell’omonima repubblica federale, Eruviel Avila. Ha anche promesso che i responsabili saranno puniti. La procura federale intanto ha aperto un’inchiesta, specificando che le esplosioni sono state molteplici