L’ordine, secondo indiscrezioni della Nbc, è arrivato direttamente da Barack Obama e la missione è stata affidata alla Cia. L’obiettivo: sferrare un attacco informatico “senza precedenti” contro la Russia in risposta alle interferenze di Mosca a vantaggio – ipotizzate dal presidente Usa già a luglio e poi denunciate dalla candidata democratica Hillary Clinton – nelle elezioni presidenziali americane. La notizia è stata riportata in esclusiva dall’emittente che ha citato fonti di intelligence americane. E arriva in un momento storico in cui i rapporti tra i due Paesi sono sempre più tesi.

Secondo Nbc il piano degli 007 americani è già in fase avanzata. Al cyber attacco starebbe lavorando, infatti, un team di centinaia di persone che ha a disposizione un budget di centinaia di milioni di dollari. L’obiettivo, riferiscono i funzionari dell’intelligence, è mandare un messaggio al Cremlino e “mettere in imbarazzo” la leadership russa oltre che assicurarsi che gli hacker russi non interferiscano con il voto dell’8 novembre.

Gli specialisti di Langley avrebbe inoltre già raccolto una serie di documenti dai quali emergerebbero dettagli sulle attività finanziarie illecite condotte dal presidente russo Vladimir Putin e dagli oligarchi a lui vicini. Una conferma indiretta alle rivelazioni di Nbc News è arrivata venerdì dal vice presidente Usa Joe Biden che, intervistato nel programma Meet the Press, ha affermato che gli Stati Uniti “stanno per mandare un messaggio” a Putin e che “sceglieremo noi il momento e le circostanze che avranno l’impatto maggiore”. Sul tavolo di Obama resta comunque anche un’opzione più tradizionale come quella delle sanzioni.