È stato arrestato Jaber Albakr, il ragazzo siriano di 22 anni, accusato di voler compiere un attentato terroristico in Germania. L’uomo era riuscito a scappare sabato durante un maxi-blitz della polizia a Chemnitz, in Sassonia. Il sospettato, riferisce la versione online dello Spiegel, è stato fermato questa notte nel quartiere Paunsdorf di Lipsia. Secondo la ricostruzione del quotidiano tedesco, Albakr dopo la fuga avrebbe chiesto ospitalità ad un suo connazionale. L’uomo una volta riconosciuto il presunto attentatore avrebbe avvertito la polizia. Secondo alcune fonti locali, l’uomo progettava un attentato in un aeroporto.

Le forze dell’ordine tedesche hanno comunicato la notizia con un tweet: “Stanchi ma felici: abbiamo catturato il sospetto terrorista ieri sera a Lipsia”. La polizia era sulle tracce di Albakr da due giorni. Sabato a Chemnitz erano state arrestate tre persone. Secondo l’agenzia Dpa l’uomo era sospettato di avere legami con l’Isis. Gli investigatori nel suo appartamento avevano trovato diverse centinaia di esplosivi “altamente volatili”. La sostanza, il perossido di acetone, riferisce la Bild, è lo stessa utilizzata dallo Stato Islamico per compiere attentati. L’operazione era stata lanciata dopo un avvertimento dell’agenzia di intelligence di Berlino.