Sono stati uccisi nel pomeriggio sotto gli occhi dei tanti passanti che attraversavano il quartiere Miano, alla periferia di Napoli. Domenico Sabatino, 40 anni e Salvatore Corrado, 37 anni, sono morti in vico Cotugno dopo essere stati colpiti da un caseggiato in lontananza. Secondo le prime ricostruzione degli agenti della squadra mobile, i due uomini appartenevano al clan camorristico Lo Russo, che per anni ha controllato la zona dove è avvenuto l’agguato.

Sabatino in passato era stato denunciato per reati contro il patrimonio, mentre Corrado era già noto per spaccio di stupefacenti e destinatario di un mandato di cattura perché irreperibile dopo aver lasciato una casa di lavoro a Chieti. A terra sono stati ritrovati otto bossoli e uno scooter, a bordo del quale probabilmente viaggiavano le due vittime.