Cinque morti e un ferito. E’ il bilancio provvisorio della sparatoria avvenuta nella notte al Cascade Mall di Burlington, vicino a Seattle. L’uomo che ha aperto il fuoco è fuggito, innescando una caccia all’uomo con uno schieramento imponente di forze dell’ordine in strada e in elicottero.

L’uomo ricercato, di cui la polizia ha diffuso un’immagine su Twitter, appare sui 20 anni, con capelli scusi e abiti scuri. Il ragazzo, secondo le autorità, è di origine ispanica. “E’ armato”, mette in guardia la polizia, invitando tutti i residenti dell’area a mettersi al riparo e a comunicare eventuali avvistamenti. L’uomo ha lasciato la scena del crimine prima dell’arrivo della polizia e, secondo indiscrezioni, avrebbe poi contatto gli agenti per telefono minacciandoli. La sparatoria è avvenuta all’interno di Macy’s, il popolare grande magazzino. E non è escluso che ci possano essere altre vittime, secondo il portavoce della polizia. I superstiti raccontano del panico scattato poco dopo aver udito gli spari, almeno 7-8 secondo alcuni testimoni.

L’allarme è scattato intorno alle 20.00 ore locali, intorno alle 4.00 del mattino di sabato italiane. Con un tweet il sergente Mark Francis ha avvertito: “Lo sparatore ha lasciato la scena prima dell’arrivo della polizia. Si tratta probabilmente di un solo sospettato”. Le autorità hanno avviato subito la perlustrazione del centro commerciale, evacuando i superstiti. “Una tragedia” ha detto il governatore dello stato di Washington, Jay Inslee: “I nostri cuori sono a Burlington dove un uomo ha strappato la vita ad almeno quattro persone”.

L’attacco segna il sesto omicidio di massa nello Stato di Washington: lo scrive il sito di Gun Violence Archive (Gva), una organizzazione non profit che fornisce informazioni e statistiche sui crimini legati alle armi da fuoco negli Stati Uniti. Il Gva definisce omicidio di massa sparatorie con al meno quattro tra morti e feriti. Dall’inizio dell’anno a oggi, indica il sito di Gva, 20 persone sono state uccise nello stato di Washington e altre sette sono rimaste ferite in omicidi di massa (incluso il Cascade Mall). A livello nazionale i morti dall’inizio dell’anno sono 10.574, mentre i feriti sono 21.984.