Dopo l'”urlo” di Zhang Jindong, divenuto in poche ore virale sul web, il nuovo presidente dell’Inter era pronto a fare il primo acquisto della sua gestione. Lunedì 4 luglio erano state prenotate anche le visite mediche a Milano per l’attaccante Marko Pjaca della Dinamo Zagabria. Il magnate cinese, proprietario del gruppo Suning, era intenzionato a mettere le mani sul talento esploso durante Euro 2016 in cui ha regalato prestazioni di livello, tra cui quella contro la Spagna (decisa dal gol dell’altro interista Perisic). Ma il giocatore nel pomeriggio smentisce il trasferimento all’Inter suo profilo di Facebook: “Dopo aver letto numerosi articoli che riportano del mio passaggio all’Inter, voglio dire che non c’è nulla di vero”. Il giocatore sulla sua pagina del social network ha precisato che “da un paio di giorni sono in vacanza, dopo domenica raggiungerò i miei compagni della Dinamo Zagabria in Slovenia per la nuova stagione”.

Secondo Sport Mediaset, l’Inter stava limando i dettagli di un accordo di fatto già trovato con la Dinamo Zagabria, che avrebbe incassato almeno 15 milioni per il gioiello seguito anche da Juventus, Fiorentina e Liverpool. La chiusura per Pjaca, avrebbe potuto significare l’addio alla pista Candreva. I nerazzurri, infatti, non hanno fatto seguito alla richiesta di Claudio Lotito di 25 milioni di euro. Il croato, classe 1995 e di un anno più piccolo dell’ex Mateo Kovacic, ceduto al Real Madrid per 30 milioni, è un esterno offensivo alto e forte fisicamente che predilige partire dalla fascia sinistra in un 4-3-3. Pjaca è dotato di una buona tecnica di base e potrebbe ricoprire diversi ruoli sia a centrocampo, come trequartista, sia in attacco, come seconda punta. Nel campionato croato ha segnato nelle ultime due stagioni rispettivamente undici e nove gol. Se dovesse vestire la maglia dell’Inter, troverà ad accoglierlo altri suoi connazionali, oltre al già citato Perisic anche il centrocampista Marcelo Brozovic, uno dei migliori giocatori nella passata stagione della squadra allenata da Roberto Mancini.

Se l’acquisto di Pjaca fosse confermato, il centrocampo interista sarebbe di livello altissimo. Oltre ai vari Brozovic, Kondogbia, Medel e Perisic, l’allenatore di Jesi potrà contare anche sull’argentino Banega, acquisto già ufficializzato.