Uccise a coltellate da un uomo che è poi fuggito. Così, in un appartamento in zona stazione Santa Maria Novella a Firenze, sono morte nella mattina di mercoledì 29 giugno una donna dominicana di 27 anni e una transessuale brasiliana di 25. Una terza ragazza, anche lei dominicana, è riuscita a salvarsi dall’aggressione gettandosi dalla finestra dell’alloggio di via Fiume ed è ora ricoverata in ospedale. Presenti, sul luogo del delitto, la scientifica dei Carabinieri e il magistrato di turno, Daniela Cento.

Le indagini dei carabinieri di Firenze hanno dato un nome e un volto al presunto autore del duplice omicidio: si tratta del fiorentino Mirco Alessi, 42 anni. L’uomo dopo essersi allontanato a piedi dall’abitazione, sarebbe salito a bordo della sua auto, una Citroen C1 di colore rosso. “Ho fatto una cazzata”, avrebbe detto alla madre nel corso di una telefonata effettuata poco dopo essersi allontanato dall’abitazione di via Fiume. Nel seguito della telefonata avrebbe confessato l’omicidio, per poi rendersi irreperibile. Alessi avrebbe lasciato la città di Firenze, forse in direzione della costa tirrenica. Il presunto assassino è ricercato dalle forze dell’ordine in tutta la regione. È stata diffusa anche una foto del ricercato.

La dinamica dei fatti è ancora poco chiara, ma secondo le prime ricostruzioni il killer ha ucciso le sue vittime con un grosso coltello da cucina. La transessuale è stata trovata priva di vita nell’appartamento, mentre la donna è stata trovata per le scale dello stabile in fin di vita, ma è deceduta poco dopo all’ospedale di Santa Maria Nuova. La terza ragazza che era con loro si è salvata gettandosi dalla finestra sul marciapiede, riportando qualche ferita ma senza essere coinvolta nell’accoltellamento. A dare l’allarme sono stati i vicini di casa che, svegliati dalle urla provenienti dall’appartamento, hanno chiamato il 118 e i carabinieri.