Una donna kamikaze di 25 anni si è fatta esplodere nel pomeriggio nei pressi della centrale moschea Ulu a Bursa, nel nord-ovest della Turchia. L’ufficio del governatore ha confermato la notizia e a riportarlo per prima è stata la Cnn Turk. La ragazza che si è fatta esplodere è morta, mentre altre 13 persone sono rimaste ferite in modo lieve.

Secondo il quotidiano Sabah, che cita fonti della polizia, l’ordigno che la donna portava addosso è esploso prima del previsto, limitando i danni e le vittime. Non è chiaro se l’attentatrice sia l’unica vittima. In un primo momento la tv statale Trt aveva parlato di una fuga di gas.