Con la Mégane, la gamma Renault è ora completamente ridisegnata dalla matita di Laurens van den Acker, il designer olandese che ha ridato brio all’immagine della Casa francese. Manca ancora, a dire il vero, l’erede della grande Suv Koleos, ma il cuore dell’offerta Renault è stato rinnovato, dalla Clio alla nuova berlina Talisman, passando per la Captur e, appunto, la quarta generazione della compatta Mégane. Che condivide con la Talisman, oltre al debutto al Salone di Francoforte, anche i nuovi fari a forma di C. “Nel competitivo mercato delle berline compatte, è essenziale che nuova Mégane possa distinguersi al primo colpo d’occhio”, dice Franck Le Gall, responsabile del design esterno. Rispetto al modello precedente, la nuova Mégane è un poco più bassa e più larga, e ha un passo di 3 centimetri più lungo. Le linee, per dirla con le parole di Le Gall, sono “tese e precise, orientate in avanti, proiettate sulle superfici laterali”. Per ora, la Casa non rilascia altre misure né le informazioni tecniche sul modello; fa solo sapere che una versione sportiva GT sarà disponibile dal momento del lancio.