L’Inter insiste con il Wolfsburg per l’acquisto del croato Perisic. Il dg interista Fassone vola in Germania per tentare il rilancio decisivo. Sul piatto i nerazzurri offrono 6 milioni di prestito oneroso e 13 per il riscatto obbligatorio a fine stagione. Thohir è stato chiaro: prendere o lasciare. Però dal Manchester City è arrivata un’offerta alla squadra tedesca, che detiene il cartellino del croato su cui punta Mancini, che non si può rifiutare per De Bruyne, 55 milioni di sterline, vale a dire 80 milioni di euro. Soldi freschi per un club già ricco e se questa operazione dovesse definirsi, a quel punto, sarebbe molto difficile pensare che il Wolfsburg si possa privare anche di Perisic.

In un caso o nell’altro siamo al capitolo finale di questo corteggiamento durato mesi. Mancini, in caso di esito negativo, ha già fornito la lista dei possibili sostituti, in cima c’è Perotti del GenoaPreziosi vorrebbe tenerlo ma se il giocatore insistesse per andare verrebbe accontentato (con Nagatomo come contropartita). Torna di moda Lavezzi, in uscita dal Psg, anche se l’ingaggio è impegnativo. Possibile anche un tentativo per Ljajic, in esubero a Roma.