Cassano ufficiale, Romagnoli e Digne quasi. Ma anche Perotti più vicino all’Inter e Biglia più lontano dalla Lazio. E la protagonista che non ti aspetti, il Bologna, pronto a piazzare due, forse tre acquisti di valore (subito Destro, poi El Kaddouri, De Guzman e magari persino Gaston Ramirez) per il suo ritorno in grande stile in Serie A. È una domenica di colpi di calciomercato, all’indomani del primo appuntamento ufficiale dell’anno. La Supercoppa italiana ha aperto la stagione 2015/2016 come si era chiusa la precedente: con la Juventus campione, rivoluzionata ma ancora irraggiungibile. E l’ennesimo trofeo dei bianconeri spinge le altre a rilanciare sul mercato, lasciando strascichi in casa degli sconfitti.

CASSANO E ROMAGNOLI COLPI DEL GIORNO – Il matrimonio era cosa fatta da un paio di giorni, adesso è arrivata anche la firma e l’ufficialità: Antonio Cassano torna alla Sampdoria. Per lui un biennale da 700mila euro netti a stagione (con clausola anti-cassanate), già oggi il primo allenamento alle dipendenze di Walter Zenga (che pochi giorni fa aveva spiegato e rispiegato di non volerlo in rosa). Ma anche qui i primi match estivi e il tracollo nel preliminare di Europa League col Vojvodina (0-4 casalingo ed eliminazione) hanno cambiato le carte in tavola. Fantantonio corona il suo sogno, torna calciatore dopo l’addio al Parma e torna a vestire di blucerchiato.

Un ex doriano, invece, è ormai pronto a trasferirsi al Milan: Galliani e Berlusconi accontenteranno (forse già in giornata) Sinisa Mihajlovic, che riavrà Alessio Romagnoli, il centrale difensivo esploso sotto la sua guida l’anno scorso alla Samp. Per convincere la Roma a privarsi del suo giovane talento, i rossoneri si avvicineranno molto alla cifra richiesta di 30 milioni di euro, aggiungendo un pacchetto di bonus ai 25 dell’offerta (già alta) di partenza. L’incontro decisivo tra Galliani e Il ds giallorosso Walter Sabatini si terrà in serata a Forte dei Marmi. E se tutto andrà come previsto, la Roma reinvestirà i soldi della cessione su Lucas Digne, terzino sinistro del Psg, in arrivo in prestito a 1,5 milioni (con riscatto però ad oltre 16 milioni). Il rinforzo giusto per rinforzare le fasce, come richiesto da Rudi Garcia.

BIGLIA SPAVENTA LOTITO, INTER SU PEROTTI – In casa Lazio la sconfitta in Supercoppa con la Juventus non ha lasciato solo il rammarico per un altro trofeo sfumato, dopo la Coppa Italia dello scorso maggio: Claudio Lotito deve fare i conti con il caso Biglia, che dopo essere stato scelto come capitano (al posto di Candreva) ha messo in dubbio la sua permanenza, destabilizzando lo spogliatoio. La finale persa a Shanghai e l’opaca prestazione non hanno rasserenato l’ambiente: per l’argentino il rinnovo a due milioni netti è insoddisfacente, e la corte di Real Madrid e Manchester United lusinghiera. Lotito ha già rifiutato un’offerta da 25 milioni, se la cifra salisse ancora sarebbe difficile dire di no. Ma Pioli perderebbe il cardine del suo centrocampo, alla vigilia del preliminare di Champions, crocevia di tutta la stagione. Continua a muoversi anche l’Inter, che dopo un precampionato difficile comincia a raccogliere i primi risultati positivi, anche grazie ai gol del nuovo arrivato Jovetic. La rosa, però, per Mancini è ancora incompleta. E allora ecco che, viste le difficoltà di chiudere col Wolfsburg per Perisic, torna di moda il nome di Perotti, esterno argentino del Genoa: la trattativa potrebbe sbloccarsi con l’inserimento di Nagatomo, in uscita al pari di Shaqiri (ora si parla di Everton e Fenerbahce) e D’Ambrosio. Poi il prossimo obiettivo sarà Domenico Criscito, terzino pronto a tornare in Italia dopo l’esperienza allo Zenit.

BOLOGNA SCATENATO – Dietro le big, attivissimo il Bologna, con il direttore sportivo Pantaleo Corvino che vuole tornare in Serie A dalla porta principale. Ecco allora che per l’attacco è vicino Mattia Destro, bomber in cerca di rilancio dopo essere stato scaricato dalla Roma e aver vissuto un prestito sottotono al Milan. A centrocampo sempre più probabile l’arrivo di Omar El Kaddouri dal Torino, e si tratta anche (non necessariamente come alternativa) per il nazionale olandese del Napoli De Guzman, oltre agli esuberi interisti Schelotto e Taider. Il sogno, però, si chiama Gaston Ramirez, grande ex che al Southampton non è mai riuscito a sfondare veramente. Il ritorno è difficile ma non impossibile. E con una coppia d’attacco Destro-Ramirez, il Bologna sarebbe tutto fuorché una semplice neopromossa.

Twitter: @lVendemiale

– Milan: è il giorno di Romagnoli, poi Soriano (leggi)

– Roma: valigie pronte per Maicon, Cole e Yanga Mbiwa (leggi)

– Sampdoria, è ufficiale: Cassano torna in blucerchiato (leggi)

TUTTE LE TRATTATIVE FINORA CONCLUSE