A volte i sogni di mezz’estate hanno sapori antichi. Così, sfumata l’Europa League, la Sampdoria punta l’uomo che in una competizione continentale l’aveva trascinata appena qualche anno fa, Antonio Cassano. Il talento di Bari Vecchia, fermo da gennaio dopo la fuga da Parma è ormai ai dettagli con il club che lo aveva rilanciato all’indomani della traumatica esperienza a Madrid. Club e giocatore hanno trovato l’accordo sul contratto, nel quale sono state inserite anche clausole per contrastare i “colpi di testa” del fantasista 33enne. Regista dell’operazione è stato il presidente Massimo Ferrero che negli ultimi giorni ha levigato la scarsa convinzione di Walter Zenga. L’allenatore blucerchiato l’aveva detto anche a ilfattoquotidiano.it: “Non credo che il presidente abbia idee molto diverse dalle mie. Noi siamo un gruppo che lavora nella stessa direzione e con le stesse idee”. Era il 21 luglio. Due settimane dopo, con la Samp fuori dall’Europa per mano del Vojvodina e il tecnico ‘salvato’ dopo l’inutile vittoria per 2-0 nella gara di ritorno, ha vinto la linea di Ferrero. Salvo clamorose retromarcia dell’ultim’ora, Cassano tornerà a Genova.

Romagnoli-Milan più vicini
Sotto la Lanterna si sono incontrati anche Alessio Romagnoli e Sinisa Mihajlovic, ora pronti a ritrovarsi a Milano. I colpi in serie della Roma (Dzeko, Salah e, da gennaio, anche Gerson dal Fluminense) hanno sbloccato la situazione di stallo nella trattativa per cedere il difensore dell’under 21. Il Milan si farà di nuovo avanti nel week end (poi lunedì via al nuovo assalto per Witsel) ripresentando l’offerta da 25 milioni che i giallorossi avevano rifiutato due settimane fa. Questa volta però l’indisponibilità a scendere sotto i 30 milioni per il trasferimento non ci sarà, anche perché la Roma si prepara a chiudere Thomas Heurtaux (Udinese) nel caso in cui Yanga-Mbiwa dovesse trovare l’accordo con il Lione. Sabatini e Galliani si verranno incontro e il talento azzurro tornerà ad essere allenato da Mihajlovic, che ha intanto dato il via libera alla cessione di Gabriel Paletta all’Atalanta. I bergamaschi mettono sul piatto 2 milioni, il Milan ne vorrebbe il doppio: l’affare si chiuderà a metà strada.

Destro-Bologna: ci siamo
In dirittura d’arrivo anche l’operazione che porterà Mattia Destro a Bologna. Il giocatore è propenso ad accettare il contratto (1,2 milioni più bonus) proposto da Corvino, vicino anche all’accordo con la Roma. La richiesta dalla capitale è secca: 12 milioni di euro, ma si finirà per trattare. Probabile che la stretta di mano arrivi grazie a un prestito oneroso (2-3 milioni di euro) con obbligo di riscatto fissato a 9 milioni. Il Torino rischia quindi di rimanere a bocca asciutta: sempre più lontano Abel Hernandez, i granata si sono tuffati in ritardo sull’ex punta del Milan.

Napoli tra entrate e uscite
Il diesse Giuntoli non molla la presa su Maksimovic, ma anche Urbano Cairo non retrocede dalla sua richiesta. Tra offerta e bonus, il Napoli è pronto a sborsare 18 milioni di euro per il centrale del Toro. Una proposta giudicata irricevibile: per spostare il difensore da sotto la Mole, al momento, ne servono 7 in più. Ecco allora pronto il piano B con l’assalto a Marios Oikonomou del Bologna a cifre decisamente più contenute, mentre resta lontana l’intesa con il Sassuolo per Sime Vrsaljko. Per il laterale croato la situazione è simile a quella per Maksimovic: il Napoli ha l’accordo con il giocatore ma il Sassuolo chiede una cifra (15 milioni di euro) considerata fuori mercato. Ci sarà da trattare anche per il rinnovo di Lorenzo Insigne. Società e procuratore dell’attaccante azzurro si sono incontrati già due volte senza arrivare alla firma. Mentre sembra imminente l’ufficialità della cessione di Inler. Il mediano ha accettato il trasferimento al Leicester, ma anche Besiktas e Schalke 04 hanno in piedi offerte ritenute valide da De Laurentiis.

Altri movimenti
Sempre in stallo il rapporto tra Shaqiri e l’Inter: la società lo considera sul mercato, Everton e Schalke 04 però hanno solo sondato il terreno senza fare concreti passi in avanti per lo svizzero. In stand-by anche Nagatomo-Galatasaray, Taider-Sampdoria e D’Ambrosio-West Ham. E se i nerazzurri non vendono, non partiranno gli assalti a Perisic e a un terzino (Criscito primo candidato). Alino Diamanti (ex Fiorentina e Bologna) ha firmato con il Watford, mentre il Genoa è impegnato sui fronti Honda-Suso con il Milan e tratta Lucas Mendes (Al Jaish) provando a superare la concorrenza della Sampdoria per il difensore mancino ex Marsiglia. Nel caso in cui il brasiliano scegliesse i rossoblù, la Samp stringerebbe per Geferson (Internacional Porto Alegre).

– Milan, il Psg chiude le porte: “Ibrahimovic resta qui” (leggi)

– Roma: delirio per Edin Dzeko, ufficiale Mohamed Salah (leggi)

– Roma, ora tocca alla difesa: piace Alberto Moreno (leggi)

– Inter, nessun giocatore vuole lasciare la squadra di Mancini (leggi)

– Milan, Witsel rimane un sogno: lo Zenit chiede 35 milioni (leggi)

– Juventus, il Real Madrid insiste per Pogba: offerti 80 milioni (leggi)

TUTTE LE TRATTATIVE FINORA CONCLUSE