Sergio Mattarella è il leader più amato dagli italiani, con il 62% dei consensi, stabile rispetto al dato della settimana scorsa. Matteo Salvini è l’unico leader che cresce negli indici di popolarità. Tra gli elettori dei Cinque Stelle Luigi Di Maio batte Beppe Grillo. Sono gli elementi principali, in sintesi, di due sondaggi di Ixè e Swg.

I partiti
Per Ixè il Pd si attesta al 33,8 per cento, mentre il Movimento Cinque Stelle è a un distacco esatto di 10 punti (22,8). La Lega Nord si conferma terzo partito con il 15,7, mentre Forza Italia scende addirittura al limite della doppia cifra (10 per cento). Riuscirebbero a varcare la soglia di sbarramento Sel (4 per cento), Fratelli d’Italia (3,4) e Ncd e Udc se si presentassero davvero insieme alle elezioni come Area Popolare (metterebbero insieme rispettivamente il 2,8 e l’1,3, raggiungendo il 4,1).

Renzi stabile, sale la fiducia nel governo
Per le rilevazioni Ixè per Agorà Estate (Rai Tre) la popolarità di Matteo Renzi è stabile al 31 per cento, mentre Salvini è comunque terzo, passando dal 23 al 24 per cento in una settimana. Seguono Beppe Grillo (22%), Silvio Berlusconi (13%) e Angelino Alfano (11%). Sale, intanto, di un punto percentuale la fiducia nel governo, che passa dal 27% della settimana scorsa al 28. Per Swg, mentre il Movimento Cinque Stelle cresce dal 24,4 al 26 per cento in una settimana, il vicepresidente della Camera Di Maio piace più del leader M5s Grillo (28 contro 24 per cento).

Uno su due non crede al taglio delle tasse
Più di un italiano su due non crede nell’annuncio di abbassamento delle tasse fatto da Renzi. Secondo il sondaggio il 61% degli italiani non crede a questa promessa. Il 33% ne è invece convinto. Fra gli elettori del Pd, il 59% crede che all’annuncio di sabato scorso seguiranno i fatti. Infine l’immigrazione: quasi un italiano su due (49%) accoglierebbe dei migranti nel quartiere in cui abita e non accoglierebbe un campo rom. Alla domanda: accoglierebbe dei migranti nel suo quartiere? Il 49% del campione si è detto favorevole; il 45% contrario. Risultato diverso alla domanda se accoglierebbe un campo rom nel suo quartiere: il 78% degli intervistati si è detto contrario, il 17% favorevole.