Una persona è morta e una è rimasta ferita dopo l’esplosione avvenuta nell’impianto di termovalorizzazione di Spilimbergo (in provincia di Pordenone). La vittima è un operaio di 50 anni, dipendente della società. Dalle prime informazioni si apprende che l’uomo stava sistemando assieme a un collega un serbatoio quando è stato investito da un violentissimo scoppio. L’altro operaio, seppure rimasto praticamente illeso, è stato trasferito in ospedale a bordo di un’ambulanza, in stato di choc. Sul posto sta operando il personale del 118 assieme ai vigili del fuoco. Indagano i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Spilimbergo e la Procura della Repubblica di Pordenone. L’esplosione si è verificata attorno alle 15,15 di oggi, 30 marzo. La ditta nella quale è avvenuto l’incidente è la Mistral Fvg srl, dedita a raccolta, smaltimento e intermediazione di rifiuti speciali. Allo scoppio è seguito un principio d’incendio.