“Siamo pronti ad organizzare un incontro quando volete voi”. Firmato i due copresidenti dei Verdi, il belga Philippe Lamberts e la tedesca Rebecca Harms. I destinatari del messaggio, spedito via mail poco dopo l’annuncio dello scioglimento del gruppo Efdd a causa della fuoriuscita della deputata lettone Grigule, erano i 17 europarlamentari del Movimento 5 StelleUn invito al dialogo per pensare di unirsi in un unico gruppo a Strasburgo, ipotesi che peraltro all’indomani delle Europee era considerata tra le vie percorribili. Fino a che la decisione di unirsi a Efdd insieme agli indipendentisti di Nigel Farage non ha messo fine alle discussioni. Passano meno di sei mesi e Efdd si scioglie, per poi ricomporsi pochi giorni dopo grazie all’ingresso di un eurodeputato polacco. Così la formazione è tornata quella di prima, M5s inclusi.

La mail che proponeva il dialogo è stata inviata dal copresidente dei Verdi, il belga Philippe Lamberts, a tutti i deputati del M5S con in copia l’altra copresidente, la tedesca Rebecca Harms, segno evidente che anche la delegazione tedesca aveva dato l’ok al dialogo, contrariamente ai dubbi espressi lo scorso luglio. “I primi mesi di questa legislatura hanno mostrato come nelle commissioni parlamentari abbiamo collaborato in modo costruttivo”, scrive Lamberts, aggiungendo come la richiesta di tendere la mano ai 5 Stelle sia arrivata “da molti nostri eurodeputati, a riprova dei buon rapporti già stabiliti tra di noi”. Quindi, a differenza dello scorso giugno, non si tratta di una iniziativa solo francese. La mail si conclude con un esplicito “siamo pronti ad organizzare un incontro quando volete voi”. Dopo l’annuncio dello scioglimento, fonti M5S hanno fatto sapere di aver ricevuto offerte anche da altre gruppi politici. 

Ecco la mail originale inviata dai Verdi agli eurodeputati M5s: