L’evento europeo “La notte dei Musei”, prevista per sabato 17 maggio, perde uno dei suoi protagonisti principali. Il Colosseo, uno dei monumenti più celebri di Roma, infatti, resterà chiuso a causa della mancanza di custodi. Il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini spiega: “Purtroppo a oggi il Colosseo non sarà aperto  e vorrei si sapesse perché non lo sarà, ovvero perché, a meno che non cambino le cose nelle prossime ore e me lo auguro, in base alle regole degli accordi sindacali per aprire il museo serve che un terzo dei lavoratori siano volontari interni e non si sono trovati cinque volontari per tenere aperto il Colosseo”

Il ministro, dunque, non ha a disposizione gli strumenti per rimediare al problema: “Posso solo fare un appello affinché la questione si risolva. Mi stupisce che davanti a un evento europeo non si riesca a trovare una soluzione”, ha ammesso.

Anche il sindaco di Roma Ignazio Marino è intervenuto: “La questione è molto chiara: il ministro può aprirlo soltanto se tra tutto il personale a disposizione ci sono almeno cinque persone che in maniera volontaria accettano di lavorare, ovviamente venendo compensati per il loro lavoro“. Marino, comunque, spera che il problema possa essere risolto: “Da romano e da sindaco sono certo che ci saranno cinque persone, che di fronte al desiderio di tanti turisti e romani di visitare il Colosseo, vorranno sacrificare alcune ore del loro tempo per consentire l’apertura del Colosseo“.

Anche Piero Fassino, sindaco di Torino e presidente dell’Anci, ha lanciato il suo appello: “Mi auguro che si trovi una soluzione, io sono convinto che le regole sindacali debbano essere calibrate sulla base delle priorità. E in questo caso la priorità è garantire l’apertura“.

L’iniziativa “La notte europea dei musei” ha preso il via nel 2005 e raccoglie numerose adesioni da parte dei siti culturali e dal pubblico. Come annunciato dal ministro Franceschini in un tweet, quest’anno tutti i musei statali e comunali resteranno aperti dalle 20 alle 24 e il costo del biglietto di ingresso sarà ridotto a un euro. Polemiche a parte, se sull’apertura del Colosseo si hanno sempre meno certezze, il ministro ha confermato che il Museo degli Uffizi di Firenze e gli scavi di Pompei prenderanno parte all’iniziativa.