Bastava un pareggio, è arrivata una vittoria. Tre punti che permettono al Palermo di vincere il campionato di Serie B e tornare in A dopo un solo anno di Purgatorio. La festa a Novara, al ‘Silvio Piola‘, nell’incontro valido per la 37/a giornata del campionato cadetto. Un campionato trionfale quello dei rosanero, con la squadra di Iachini che ha vinto nove delle ultime dieci partite. Grazie alla rete realizzata da Vazquez sul finire del primo tempo, i siciliani così si sono portati a 78 punti, a più 20 dal Crotone terzo in classifica, con 5 giornate rimaste in calendario da disputare.

I rosanero partono subito con il piglio di chi non vuole più rinviare la festa. Già al 4′ Kosicky si supera sulla conclusione di Hernandez, servito da Pisano. Gli ospiti, supportati dalla spinta di circa 2000 tifosi giunti dalla Sicilia fino a Novara, continuano a premere ma né Dybala né Vazquez riescono a sorprendere il portiere dei padroni di casa. L’undici di Aglietti, alla ricerca di punti salvezza per uscire dalla zona playout, non riesce ad opporsi al forcing della formazione di Iachini. Al 38′ Pisano si inserisce coi tempi giusti sul cross di Barreto ma di testa colpisce il pallone sul fondo. Al 41′ Kosicky compie un altro grande intervento sul colpo di testa di Hernandez. Il gol è nell’aria e arriva un minuto dopo: Dybala prova la conclusione di sinistro, Vazquez si avventa sulla sfera e da due passi spiazza il portiere del Novara segnando il gol del vantaggio.

Nella ripresa il copione non cambia: il Palermo continua a fare la partita e sfiora il raddoppio al 7′ con Pisano, che calcia fuori sciupando l’ottima azione personale di Dybala. I padroni di casa alla prima vera chance acciuffano il pari con un bel gol di Rubino, che l’arbitro annulla però per posizione di fuorigioco dell’attaccante. Scampato il pericolo, il Palermo torna a far male dalle parti di Kosicky. Il neoentrato Lafferty colpisce il palo al 27′ su invito di Hernandez, poi è lo stesso attaccante uruguayano a mancare il bis calciando sull’esterno della rete dopo aver saltato il portiere. Nel finale il Novara non riesce a creare grattacapi dalle parti di Sorrentino anzi sono ancora gli ospiti ad andare vicini al 2-0 con un gran tiro di Pisano respinto provvidenzialmente da Kosicky. Dopo tre minuti di recupero l’arbitro Manganiello fischia così la fine dell’incontro e può iniziare la festa del Palermo, che torna subito in Serie A un anno dopo la retrocessione.

“Siamo felici per la città, quando arrivano queste grandi soddisfazioni sono un premio per il lavoro che i ragazzi hanno svolto, seguendo lo staff tecnico e lottando duro sempre con mentalità positiva”. Così Beppe Iachini commenta ai microfoni di Sky Sport la promozione ottenuta alla guida del Palermo dopo la vittoria in casa del Novara. “Siamo felici per la società, il presidente, per la città e per chi lavora ogni giorno dietro le quinte. Personalmente la voglio dedicare alla mia famiglia perchè soffrono sempre con me”, aggiunge il tecnico rosanero. Per Iachini questo è “un risultato importante. Ora proveremo a vincere sempre su tutti i campi e continueremo a lavorare con serietà e impegno”. Infine sul futuro in Serie A, conclude: “Sarà una bella avventura, poi quello che verrà sapremo prendere”. Dopo il triplice fischio, migliaia di tifosi del Palermo si sono radunati per le vie della città per festeggiare il ritorno in Serie A. Centinaia le bandiere e le sciarpe rosanero in piazza Politeama, luogo scelto come punto di ritrovo per la festa.