“A tutti quelli che parlano dell’autoritarismo M5S: ci avete veramente rotto i coglioni”. L’attacco lo firma l’iscritto al Movimento 5 Stelle “Pillole”, non in un commento dei navigatori, ma in un articolo pubblicato dal blog di Beppe Grillo in risposta alle critiche di Lorenza Carlassare. La costituzionalista poche ore prima aveva espresso le sue perplessità sulla “gestione patronale di un movimento che ritengo molto interessante”. “Con frenzienstein (Renzi ndr)”, si legge nel mini-post, “siamo in rotta verso la mafiocrazia di Stato e questi signori e queste signore sono ancora in giro con i discorsi di autoritarismo M5S, ma andate a Affanculo, Amen”. 

Poche ore prima, i cofondatori del Movimento 5 Stelle avevano deciso di appoggiare l’appello di Libertà e giustizia contro “la svolta autoritaria” del presidente del Consiglio e delle sue riforme. Una decisione che aveva lasciato molto sorpresa la costituzionalista, che però aveva ben accolto la condivisione: “Sono contenta”, aveva detto intervistata da ilfattoquotidiano.it alla manifestazione da Marzabotto (Bologna) “La via Maestra per la Costituzione”, “che ci sia una larga adesione, ciò dimostra come il rischio di una involuzione autoritaria sia presente. Sono contenta che lo condividano persone che mi sembra tendano a gestire in modo padronale e autoritario un movimento che ritengo molto interessante. Spero che questa adesione sia per loro uno spunto per ripensare la gestione dei rapporti interni al Movimento 5 stelle”. Un commento che ha subito scatenato la reazione del blog di Beppe Grillo con un mini post pubblicato nelle ore successive.