Basta al pagamento dell’affitto in contanti, stop a ulteriori finanziamenti agli F35, aumenta la rivalutazione delle pensioni fino a 2mila euro. Sono alcuni degli emendamenti alla legge di stabilità approvati dalla commissione Bilancio della Camera. Mentre il governo lavora per favorire il rientro di capitali dall’estero, con sanzioni ridotte e niente carcere per i “delitti di dichiarazione infedele”, prosegue il cammino della manovra a Montecitorio.

La commissione Bilancio nella prima seduta dedicata al voto dei circa 470 emendamenti, ha esaurito l’esame dei primi 33 commi della legge di stabilità, sui 531 complessivi. Venerdì e sabato saranno affrontati temi delicati, come la Google tax, che impone ai giganti del Web di aprire la partita Iva in Italia. Oltre a diverse novità a livello di misure, l’inizio del voto degli emendamenti in commissione Bilancio ha registrato due fatti politici: l’asse tra Forza Italia e M5s, nonché il primo imprinting della segreteria Renzi, con un emendamento del relatore Maino Marchi (Pd) che taglia i vitalizi ai politici.

Niente più contanti per pagare l’affitto. Gli affitti non potranno più essere pagati in contanti. “I pagamenti riguardanti canoni di locazione di unità abitative – si legge nell’emendamento – fatta eccezione per quelli di alloggi di edilizia residenziale pubblica, devono essere corrisposti obbligatoriamente, quale ne sia l’importo, in forme e modalità che escludendo l’uso del contante e ne assicurino la tracciabilità anche ai fini della asseverazione dei patti contrattuali per l’ottenimento delle agevolazioni e detrazioni fiscali da parte del locatore e del conduttore”.

Rivalutazione al 95% per le pensioni fino a 2mila euro. Sale dal 90 al 95% la rivalutazione delle pensioni il cui importo sia superiore a 3 volte e pari o inferiore a 4 volte il minimo Inps (tra 1.500 e 2mila euro). Lo prevede un emendamento alla Legge di Stabilità presentato dal relatore in commissione alla Camera. La misura viene coperta con un ritocco all’indicizzazione delle pensioni più alte.

Al via 120 assunzioni per l’Agenzia per i fondi europei. Sono 120 le assunzioni di “unità altamente qualificate” che farà la nuova Agenzia creata recentemente per spendere i Fondi strutturali europei 2014-2020. L’Agenzia è stata creata nei mesi scorsi per dare supporto tecnico alle Amministrazioni locali per far sì che riescano a spendere i FOndi Ue, cosa che nei decenni scorsi non sono stati in grado di fare. Il costo delle 120 assunzioni ammonterà a 5,5 milioni l’anno.

Stop a nuovi finanziamenti per gli F35. “E’ stato approvato in commissione bilancio l’emendamento di Sel alla legge di Stabilità che esclude che i fondi riassegnati alla legge per l’industria del settore aeronautico, la legge 808 del 1985, possano essere utilizzati per finanziare il programma dei cacciabombardieri F35”. Lo afferma Giulio Marcon, capogruppo Sel in Commissione Bilancio e primo firmatario dell’emendamento presentato da Sel e approvato.

Imposto il contributo di solidarietà ai vitalizi dei parlamentari. Anche i vitalizi superiori a 90mila euro l’anno dei parlamentari, dagli eletti nei consigli Regionali e provinciali, e dai funzionari degli organi costituzionali saranno tassati con il contributo di solidarietà. Lo prevede un emendamento del relatore Maino Marchi (Pd) alla legge di stabilità. La legge di stabilità prevede uncontributo di solidarietà sulle pensioni d’oro pari al 6% per gli assegni superiori ai 90.168,26 euro, del 12% per quelli oltre i 128.811,80 euro annui, nonché del 18% per gli assegni oltre i 193.217,70 euro. Però gli organi costituzionali come la Corte costituzionale, il Quirinale, le due Camere o la Banca d’Italia godono della “autodichia”, cioè dell’autogoverno anche in questo settore. L’emendamento di Marchi da un “indirizzo” a questi organi affinché “nella propria autonomia” applichino questa misura. In più vengono esplicitamente nominati le Regioni e le Province per quanto riguarda “coloro che hanno ricoperto funzioni pubbliche elettive”. I risparmi saranno destinati al Fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato.