La vignetta di Arnald tratta da Diversamenteoccupati.itMartedi 22 marzo, metà pomeriggio, Libreria Rinascita di via Savoia 30 a Roma.

Un grande striscione con scritto “Sciopericchio del 6 maggio, si può fare di più. Voglia di sciopero precario” è il biglietto da visita con il quale i Punti San Precario sono entrati nella Libreria Rinascita durante la presentazione del libro La lana della salamandra di Giampiero Rossi (Feltrinelli). Fra i relatori Susanna Camusso, la segretaria generale della Cgil. Precarie e precari hanno chiesto di prendere la parola sulle condizioni lavorative nelle Librerie Rinascita, già denunciate pubblicamente: impieghi al nero, non pagati da mesi, licenziamenti senza preavviso come in via Ostiense.

Incredibile a dirsi, anziché prendere posizione a sostegno della vertenza, e magari parlare a precari e precarie dello sciopero generale del 6 maggio, ha risposto: Non mi interessa niente, con voi non parlo. Svelato il camuffamento.

Ma alle precarie e ai precari di Rinascita il Santo ha sorriso anche questa volta: come per miracolo, il proprietario della catena si è fatto vivo personalmente, fissando con urgenza un incontro sulle condizioni di lavoro di precarietà assoluta nella sua azienda, per lunedì 28 marzo alle ore 16.00 nella sede di Largo Agosta.

Vignetta di Arnald – Per ingrandire clicca qui